usiamo cookies a fini statistici per migliorare l'esperienza utente

Villa-Castello Durini

 Via Castello loc. Fabrica Durini  Alzate Brianza (CO) 

La villa-castello Durini
Interno Sala Rosa
Visuale
Salotto Castello Durini
Durini Salone
  • La villa-castello Durini
  • Interno Sala Rosa
  • Visuale
  • Salotto Castello Durini
  • Durini Salone
  • La villa-castello Durini

  • Interno Sala Rosa

  • Visuale

  • Salotto Castello Durini

  • Durini Salone

  • La villa-castello Durini
  • Interno Sala Rosa
  • Visuale
  • Salotto Castello Durini
  • Durini Salone

 

I SERVIZI OFFERTI DALLA VILLA-castello

Visita

Singoli:  aperture come da calendario sul sito www.villago.it   

Gruppi (min. 20 persone): tutti i giorni su prenotazione

Eventi

- E’ possibile effettuare eventi privati e matrimoni nei saloni del castello  (posti seduti 430), le sale più grandi hanno una capienza una di 130 posti e l’altra di 100 posti. Gli interni possono ospitare più di 500 persone in piedi. La sala della torchiera può ospitare fino a 180 persone sedute.

- cene e pranzi rievocativi

- incentive aziendali

Storia della villa-castello durini

Il complesso Durini venne realizzato attorno ad una torre di epoca romana,  divenne poi struttura castellana in epoca medievale e successivamente, una villa di delizia barocca con interventi fino all'epoca neoclassica. Il complesso che si trova al centro di una tenuta di 300 ettari ancora oggi di pertinenza del castello, presenta diverse stratificazioni storiche: dalle strutture antiche, agli spazi barocchi, fino ai salotti ottocenteschi. E’ caratterizzato da cannocchiali prospettici che entusiasmarono anche Parini, Rossini, Verga e i reali di casa Savoia più volte ospiti della dimora.

Il primo documento che abbiamo di questo castello risale all’anno 860: si hanno notizie di Tadone, che nato a Fabbrica Durini, divenne arcivescovo di Milano. Alla fine del ‘300 la nota famiglia Dal Verme ricevette in feudo la Pieve di Incino, di cui la località Fabbrica Durini faceva parte. Essi erano al servizio dei Visconti, signori di Milano e successivamente degli Sforza, quando questi ultimi succedettero ai Visconti come signori di Milano. Nel 1543 il conte Giacomo Dal Verme vendette i diritti sul feudo a Fabrizio Casati e la famiglia Casati fu proprietaria del castello fino al 1748, la proprietà passò poi al conte Giacomo Durini,feudatario di Monza e da allora il castello è sempre rimasto proprietà dei conti Durini di Monza.

Il fulcro del complesso è la torre di origine tardo-romana (V secolo)   che  costituì il primo nucleo di un’evoluzione di modi abitativi ininterrotta sino al primo Ottocento. Mantiene ancora oggi l’assetto edilizio di stampo neoclassico che gli fu dato nel primo ‘800 dall’architetto Carlo Amati, uno dei più importanti del suo tempo, (fu allievo del Pollack ), che attorno al 1815 disegnò la sala da pranzo  e la cappella di palazzo.

Il viale d’accessprincipale si trova a nord e termina con una monumentale scalinata barocca. Nell'attuale parco del castello un tempo sorgeva un grande vigneto.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo